Come sarebbe il mondo se tutti lavorassimo la metà?

Hai mai pensato o anche solo immaginato a come potrebbe essere la tua vita se tu fossi nato in un mondo dove la tua stessa vita non dipenda dal lavoro fisico?

Un mondo dove la sveglia non diriga le nostre vite?

Utopia stai già pensando, vero? Si, perché ancora ragioni da bruco!

Il bruco al caldo nel suo bozzolo neppure immagina cosa significhi essere una farfalla, è ignorante del suo vero potenziale e così passa la sua vita a fare il bruco, limitandosi a strisciare quando con uno sforzo di volontà potrebbe evolversi e imparare a volare.

E sai qual’è il brutto di questa storia? 

Che i bruchi fieri della propria ignoranza recidono periodicamente le ali a coloro che si sono trasformati in farfalle. Roghi, torture, crocifissioni, avvelenamenti, prigionia, sono tutte crudeltà usate nei secoli per punire i bruchi divenuti farfalle!

Ecco perché quando parliamo di lavorare quattro ore al giorno, senti certi bruchi dire: “Si, ma allora prenderei la metà del mio stipendio!” o “non saprei cosa farmene poi di tutto quel tempo libero.”


Eppure, con un piccolo sforzo di immaginazione, si potrebbe vedere un mondo dove tutti lavorano la metà di quanto lavoriamo oggi e sarebbe un mondo fantastico, bellissimo, sarebbe un mondo popolato da gente meno nevrotica, più cordiale, più serena, più felice, più disposta ad aiutare il prossimo.

Sarebbe un mondo dove i parchi sarebbero pieni di giovani intenti a giocare, un mondo dove si userebbe molto di più la bicicletta non essendo più frustati da stupidi orari da rispettare.

Tutti avremmo più tempo e quel tempo lo dedicheremmo semplicemente a vivere, i pasti diventerebbero meno frettolosi, la nostra digestione migliorerebbe notevolmente e finalmente ognuno potrebbe sviluppare le proprie passioni e i propri talenti.

Si avrebbe tempo per fare tante cose, e si avrebbe tempo per diventare persone migliori, le guerre, i litigi e le cattiverie andrebbero via via scomparendo, l’umanità diventerebbe una sola grande famiglia, tant’è che in ogni angolo del mondo ci si sentirebbe a casa.

La gente che lavora meno è più rilassata, meno spendacciona, meno pretenziosa, di conseguenza tende ad essere più gentile e comprensiva verso il prossimo, e non è quello che vorremmo tutti?

Incontrare persone gentili con noi.

Se tutti lavorassimo la metà inizierebbe un’era di pace a questo mondo, tutta l’energia che ora spendiamo nella produzione di articoli per lo più inutili ed inquinanti, verrebbe spesa per migliorare il mondo, per riportare il verde nelle città, avremmo finalmente il tempo di alzare la testa al cielo dissolvendoci tra le nuvole e l’infinito blu.

I nostri cuori sarebbero ricchi di poesia e buone intenzioni. Apprezzeremmo l’arte e le cose semplici. L’ossessione del cibo scomparirà, facendoci ritornare ai nostri bisogni naturali, si mangerà solo quando si a fame!

Ma quanto è distante tutto questo?

Tanto quanto il bruco sogna di essere farfalla e quando a quel sogno ci crederà e quando la maggioranza dei bruchi ci crederà, allora al mondo non strisceranno più i bruchi, ma voleranno farfalle alte nel cielo.


stampa la pagina

Nessun commento:

Post più popolari

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...